Aloe Vera

L'Aloe Barbadensis Miller è nota a tutti con il nome di Aloe Vera. Uno dei primi esempi d'uso terapeutico di questa pianta è inciso su una tavoletta d'argilla sumerica risalente al 2100 a.c., ritrovata a Nippur, nei pressi di Bagdad.

Lo studio sistematico di questa pianta, però, iniziò solo nel 1959, grazie a Bill Coats, un farmacista texano, che mise a punto un processo per stabilizzare la polpa, aprendo la strada alla commercializzazione dell'aloe senza più problemi di ossidazione e fermentazione.

Quali sono le caratteristiche dell'Aloe Vera?

Aloe Vera

L'Aloe Vera è una pianta carnosa perenne a portamento arbustivo, che può arrivare fino ad 1  metro di altezza.

Le foglie sono disposte a ciuffo, semplici, lanceolate e lunghe 40/60 cm. Hanno un apice acuto e presentano una cuticola molto spessa.

Sono carnose a causa degli abbondanti parenchimi acquiferi presenti al loro interno. Le spine sono presenti solo lungo i lati.

I fiori si innalzano dal centro delle foglie e possono avere un colore che va dal giallo al rosso.

Infine, è una pianta autosterile che si riproduce solo con l'impollinazione incrociata, in quanto i fiori maschili e femminili della stessa pianta non si incrociano tra di loro.

La moltiplicazione dell'Aloe avviene per seme o per divisione dei pollini che si formano alla base della pianta.

Nel mondo l'Aloe Vera viene coltivata in :

  • Africa
  • Australia
  • America Settentrionale, centrale e meridionale
  • Russia
  • Giappone

In Europa, invece, le uniche coltivazioni di una certa estensione si trovano in Spagna. Stanno sorgendo anche in Italia meridionale, ma sono ancora di dimensioni limitate.

Quali sono gli elementi nutritivi dell'Aloe Vera?

Aloe Vera

La pianta di Aloe Vera ha un elevato contenuto di elementi nutritivi, tra cui:

  • Vitamina A
  • Vitamine del gruppo B
  • Vitamina C
  • Vitamina E
  • Sali minerali (sodio, potassio, clorina, manganese, zinco, cromo, magnesio e rame)
  • Microelementi
  • Proteine vegetali
  • Aminoacidi
  • Enzimi

Quali sono le proprietà curative dell'Aloe Vera?

Aloe Vera

L'Aloe Vera è considerata la più ricca di proprietà benefiche e terapeutiche:

  • Stimola la crescita dell'epitelio sulle ferite
  • Dissolve le cellule morte o danneggiate, stimolando il processo rigenerativo
  • Aiuta a superare l'infiammazione
  • Dona sollievo al bruciore provocato da scottature, infiammazione e febbre
  • Idratante e favorisce la ritenzione di acqua nei tessuti della pelle
  • Dona sollievo al dolore, anche in profondità
  • Ostacola la crescita dei funghi
  • Ostacola la crescita dei virus
  • Ostacola la crescita dei batteri
  • Riduce la fuoriuscita di sangue nelle lesioni
  • Dona sollievo al prurito
  • Aiuta il corpo a disintossicarsi dalle tossine
  • Proprietà antitumorali (vedi anche Aloe Arborescens)
  • Regola la pressione alta, aiutando a sgonfiare le gambe
  • Utile nel trattamento sintomatico di calcoli renali e biliari
  • Azione rinfrescante alla gola
  • Regolatrice del sistema nervoso

Controindicazioni?

La parte periferica della foglia contiene Aloina, una sostanza antrachinonica con effetto lassativo ed irritativo del Colon e (si ritiene) abortivo in gravidanza, in quanto provoca delle contrazioni.

Per questo motivo si sconsiglia l'uso per via orale di preparati a base di Aloe Vera che contengano questa sostanza.

Dove si possono acquistare le piante di Aloe Vera?

Aloe Vera

Questo è l'elenco delle aziende (da me trovate) che coltivano e vendono le piante di Aloe Vera:

Amazon

Tutto Aloe Vera

Coltivazione Aloe

Floricoltura Il Mio Giardino

E-plants

Costi

Il costo di una piantina di Aloe Vera può variare dai 3,50€ ai 30€, in base alla grandezza e all'età.

Come si coltiva correttamente l'Aloe Vera?

Aloe Vera

Iniziamo da come moltiplicare la pianta di Aloe. Ci sono 2 modi:

1. Talea

Durante l'estate si tagliano i germogli laterali e si lasciano asciugare per 2/3 giorni al buio.

Per il terriccio fai da te, potete seguire queste indicazioni: 40% di sabbia sterile di fiume, 40% di torba e 20% di terriccio professionale.

2. Seme

A marzo si possono mettere nei vasi con del terriccio per piante grasse.

La temperatura ambientale deve aggirarsi intorno ai 20/21°, altrimenti i semi non germineranno.

In generale, la temperatura ambientale in cui coltivare l'Aloe Vera si aggira intorno ai 20/24°, per cui se nella vostra zona si verificano degli inverni rigidi è meglio spostare la pianta all'interno della vostra casa.

Aloe Vera

Durante l'intero processo di coltivazione, non si devono utilizzare fertilizzanti, pesticidi o diserbanti chimici.

Se le foglie della pianta diventano completamente verdi, perdendo le naturali screziature, vuol dire che l’illuminazione è scarsa, quindi è opportuno spostare l’Aloe in un luogo più luminoso.

Se, invece, le foglie ingialliscono o appaiono macchiate di marrone, probabilmente la pianta è attaccata dagli acari: in questo caso è necessario aumentare l’umidità nell’habitat della pianta.

Se il problema dovesse persistere, è meglio utilizzare uno specifico prodotto antiacaro.

Si concima solo 1 volta al mese dalla primavera fino alla fine dell'estate nel seguente modo:

  • procuratevi da un contadino del letame proveniente da allevamenti biologici (di mucca, pollame etc)
  • riempite un secchio per metà con il letame ed il rimanente con acqua
  • lasciate macerare (all'aria aperta) il composto per 7-8 giorni

Alla fine di tale periodo, mescolate il composto con un bastone e versate il liquido nel vaso di aloe, alla base della pianta.

Se invece vuoi realizzare delle ricette adatte alle tue esigenze specifiche di pelle, guarda il video posizionato sotto questo articolo, sicuramente troverai delle notizie ed alcune ricette che ti possono essere utili.

Buona visione :)

 

Guarda il video su come preparare ricette a base di aloe vera

Commenti