Come curare il bruciore di stomaco con l'Aloe Vera

Il reflusso gastroesofageo è un problema molto comune, che colpisce con forti bruciori di stomaco e rigurgiti acidi, mandando in fumo anche le nostre giornate più spensierate.

La funzione dello stomaco è semplice. Deve digerire le sostanze nutritive per trasformarle in composti semplici, che andranno a costituire il nostro carburante quotidiano. Con cosa fa tutto questo? Attraverso i succhi gastrici.

Quando si verifica il bruciore di stomaco?

Bruciore di stomaco

Il bruciore di stomaco si verifica generalmente dopo un grande pasto o quando si è coricati.

Inizia con una sensazione di bruciore nella parte inferiore del petto e un gusto acido o amaro nella gola e nella bocca provocato da risalite acide del contenuto gastrico o esofageo.

Questa spiacevole sensazione può durare da alcuni minuti ad alcune ore. Più raramente si possono associare sintomi secondari quali nausea, costipazione o diarrea che però non sono necessariamente collegati.

A quali conseguenze può portare il bruciore di stomaco?

Bruciore di stomaco

Lo stomaco è un organo molto delicato, per cui se si soffre di bruciore di stomaco in modo frequente, bisogna rivolgersi al proprio medico per degli approfondimenti.

Ignorare i sintomi, infatti, non farà altro che peggiorare la situazione, potendo sfociare in patologie ancora più gravi, come:

  • Gastrite (quando il problema è occasionale e compare nelle immediate vicinanze di un pasto)
  • Ulcera gastrica (quando acidità e bruciore di stomaco sorgono entro i primi 30 minuti successivi al pasto e sono accompagnati da dolore)
  • Ulcera Duodenale (quando il sintomo diventa cronico, sopraggiunge lontano dai pasti oppure di notte e viene alleviato dall'ingestione di cibo)
  • Malattia da reflusso gastroesofageo (se la sensazione di bruciore non è limitata all'area gastrica ma sale verso l'alto, fino ad interessare anche le fauci)

Quali consigli seguire a livello di alimentazione?

Caffè bruciore di stomaco

Per prevenire il bruciore di stomaco, l'alimentazione è un aspetto molto importante. Nella dieta dovrebbero essere eliminati, infatti, alimenti come:

  • Caffè
  • Coca cola
  • Succhi di frutta (stimolano la secrezione gastrica)
  • Bevande alcoliche
  • Bevande gassate
  • Succo di Limone
  • Cipolla
  • Aglio
  • Cibi ricchi di grassi

Come ci sono dei cibi NO, ci sono degli alimenti che, invece, possono aiutare a prevenire il disturbo:

patate lesse bruciore di stomaco

  • Verdure lesse
  • Carote bollite
  • Patate bollite

Tutte da condire con poco sale ed un filo d'olio extravergine d'oliva.

Infine, si consiglia di mangiare piccole porzioni di cibo più volte al giorno, per non sovraccaricare il già irritato apparato digestivo e seguire uno stile di vita sano:

  • Mangiare ad orari regolari
  • Masticare lentamente
  • Eliminare alcolici ed evitare di fumare
  • Cuocere i cibi alla griglia, al vapore o al forno
  • Fare attività fisica regolare e costante

In che modo l'Aloe Vera ci può aiutare contro il bruciore di stomaco?

Pianta Aloe Vera

L'Aloe Vera è il più grande alleato che abbiamo in natura per rinforzare l'organismo ed abbassare il Ph dei succhi gastrici.

L'Aloe Vera gel, infatti, contiene elevate quantità di Vitamine (A, B, B12, C, D, E), Acido Folico e Acemannano, che svolge una funzione di gastroprotettore, proteggendo la mucosa gastrica, riducendo i fermenti,  favorendo l'equilibrio della flora batterica, migliorando l'assorbimento delle sostanze nutritive e l'eliminazione dei rifiuti.

In che modo bisogna utilizzare l'Aloe Vera gel?

Aloe Vera

Si consiglia di assumere 1 cucchiaio di Aloe Vera gel per 3 volte al giorno, circa 20 minuti prima dei pasti (colazione, pranzo, cena).

Seguire il trattamento per almeno 3 mesi.

Se invece vuoi realizzare delle ricette adatte alle tue esigenze specifiche di pelle, guarda il video posizionato sotto questo articolo, sicuramente troverai delle notizie ed alcune ricette che ti possono essere utili.

Buona visione :)

Guarda il video su come preparare ricette a base di aloe vera

Commenti