Padre Romano Zago e la sua ricetta anticancro all'Aloe

Tutti gli appassionati di Aloe hanno sentito parlare di Padre Romano Zago e della sua ricetta per combattere il cancro che ha, come ingrediente principale, l'Aloe Arborescens.

Questa ricetta, infatti, ha destato molto scalpore in tutto il mondo, in quanto ha riscontrato un grande scetticismo, soprattutto in ambito medico.

Sono proprio i medici, infatti, che non riescono a dare una corretta lettura scientifica ai casi certificati di guarigione.

ATTENZIONE!!!

Lungi da me voler dare false speranze a chi è malato, anche perché non sono un medico e non posso assicurare che questa ricetta faccia guarire dal cancro.

Se gli stessi medici non riescono a dare delle risposte certe, sicuramente non posso farlo io.

Oggi voglio pubblicare la ricetta di Padre Romano Zago a titolo informativo, dato che è uno degli aspetti più discussi e chiacchierati di tutto il "Mondo dell'Aloe" e delle sue proprietà curative.

Ricetta anticancro di Padre Romano Zago

Da diversi anni si parla di questa ricetta di Padre Romano Zago, convinto delle proprietà miracolose di questo preparato come rimedio anticancro.

Infatti, questo preparato sarebbe in grado di far guarire dai tumori anche in fase avanzata, in breve tempo e senza particolari effetti indesiderati.

Ingredienti:

  • Aloe Arborescens
  • Miele
  • Grappa

Il motivo per cui sono stati scelti questi ingredienti è molto semplice. Il miele d'api (naturale e non troppo trattato), ha la capacità di condurre le sostanze curative del succo di Aloe fino ai recettori più remoti del nostro organismo, consentendo al preparato di esercitare la sua azione benefica.

Per quanto riguarda la grappa, questa è in grado di svolgere un'azione di vasodilatazione, facilitando la depurazione generale dell'organismo. Inoltre, l'organismo umano non sarebbe in grado di assorbire integralmente il liquido viscoso e ricco di proprietà che fuoriesce quando si taglia una pianta di aloe, senza che prima venga sciolta in un distillato.

Preparazione:

  • 350 gr di Aloe Arborescens, pari a 3/10 foglie a seconda della lunghezza
  • 350 gr di miele naturale di qualità (non artificiale e non millefiori)
  • 10 ml di grappa, pari ad un cucchiaino (no alcool, vino, birra o liquori)

L'ideale è prendere le foglie di Aloe da una pianta che abbia almeno 5 anni. Tagliate le foglie ma ricordate che il gel non deve vedere mai la luce.

Non scegliete le foglie che sono in alto (troppo giovani) ma neanche quelle in basso (ingiallite o appassite). Copritele dalla luce, anche quella artificiale.

È sufficiente metterle in un sacchetto che non sia trasparente.

Pulitele dalla polvere con uno straccio asciutto. Tagliate via le spine con un coltello, lasciando la buccia esterna. Tagliatele a pezzetti e mettetele in un frullatore insieme al miele.

Quando avete ottenuto una crema verde semi-liquida, mettete il tutto in un barattolo opaco in cui non possa entrare la luce e mettete in frigorifero (no freezer!)

È meglio preparare dei barattolini più piccoli per avere un preparato sempre fresco e più efficace ogni volta.

La grappa non va mescolata con il composto! Va semplicemente bevuta con un cucchiaino quando si assume il preparato per dilatare i vasi sanguigni.

Bisogna assumere tutto il composto creato senza interruzione. Infine, va assunto preferibilmente a stomaco vuoto, per migliorare l'assorbimento dei principi attivi.

Tu cosa ne pensi di questa ricetta? L'hai mai provata?

Se invece vuoi realizzare delle ricette adatte alle tue esigenze specifiche di pelle, guarda il video posizionato sotto questo articolo, sicuramente troverai delle notizie ed alcune ricette che ti possono essere utili.

Buona visione :)

Guarda il video su come preparare ricette a base di aloe vera

Commenti