Quante specie di Aloe esistono al mondo?

Stabilire con precisione quante siano le specie esistenti di Aloe non è la cosa più facile del mondo! Questo perché le piante tendono all'ibridazione naturale con molta facilità.

Nonostante tale difficoltà, la botanica è riuscita a distinguere oltre 300 tipi di piante di Aloe, diffuse in grande maggioranza in sudafrica, ma anche in Madagascar, Arabia, India, Africa orientale e le isole di Capoverde.

aloe

Alcune piante di Aloe possono essere tra di loro molto differenti, ma c'è un aspetto che rimane comune: il perigonio dei fiori.

Il perigonio dei fiori è sempre costituito da 6 tepali, concresciuti fra di loro, di forma allungata (a tubo), contenenti 6 stami che fuoriescono e 1 pistillo.

Quali sono le piante di Aloe più diffuse?

aloe arborescens

Quali sono le piante di Aloe più rare?

aloe

  • Aloe X Salmdyckyana
  • Aloe Concinna
  • Aloe Brevifolla
  • Aloe Striatula
  • Aloe Bellatula
  • Aloe Jacksonil
  • Aloe Cyanea
  • Aloe Boiteaui
  • Aloe Elgonica
  • Aloe Ibitiensis
  • Aloe Ukanbesis
  • Aloe Speciosa

Quando l'Aloe è stata importata in Occidente?

aloe variegata

La prima specie di Aloe ad arrivare in occidente, nei giardini anglosassoni, è stata l'Aloe succotrina, importata dall'Africa meridionale nel 1867.

Una corretta ricostruzione degli eventi è complicata dal fatto che, soprattutto nel secolo passato, molte specie venivano portate in altri continenti per poi essere reimportate in Europa.

Sembra che l'unica specie ad essere stata naturalizzata in Italia (Calabria, Sicilia e Ischia), sia proprio l'Aloe Vera, naturalmente coltivata in Africa Orientale, Arabia ed India.

Dopo essere stata utilizzata a lungo in Egitto, essa sembra crescere in modo spontaneo in Italia sin dal '400 (forse anche prima).

Successivamente, venne esportata nei Caraibi, da dove ritornò in Europa prendendo il nome di Aloe Barbadensis Miller.

Le numerose proprietà salutari dell'Aloe

aloe variegata

Galeno e Dioscoride, due dei più celebrati medici dell'antichità, ci hanno lasciato numerosissime pagine in cui sono state descritte tutte le proprietà, più o meno veritiere, attribuite alle piante di Aloe.

Nel '500, il medico senese P. Andrea Mattioli, non solo appoggiava e riconosceva gli usi indicati da Dioscoride (es. antidoto contro le calvizie, se l'essenza è mescolata al vino), ma ne aggiungeva molti altri, suggeriti anche da diversi autori.

Alcune di queste virtù sono ancora oggi accettate. Ma non poteva essere altrimenti, se solo si pensa che già dalle civiltà più antiche l'Aloe era tenuta in grande considerazione.

Curiosità

aloe mitriformis

  • Gli Egizi mescolavano il succo di Aloe con la mirra ed altre essenze per realizzare la sostanza con cui imbalsamavano i cadaveri.
  • I Musulmani l'appendevano sopra le porte d'ingresso delle case per allontanare gli spiriti maligni.

A quei tempi le specie utilizzate dovevano provenire quasi esclusivamente dall'Oriente, soprattutto l'Aloe Vera, che era diffusa un po' ovunque nelle regioni orientali del Mediterraneo ed era la specie principale che poteva assicurare quel sapore amarognolo così tanto ricercato.

Voi le conoscevate già tutte queste informazioni?

Nei prossimi articoli andremo a vedere nel dettaglio ogni tipo di pianta che abbiamo citato, in modo da andare a curiosare sulla relativa storia e le caratteristiche singole di ogni specie.

Se invece vuoi realizzare delle ricette adatte alle tue esigenze specifiche di pelle, guarda il video posizionato sotto questo articolo, sicuramente troverai delle notizie ed alcune ricette che ti possono essere utili.

Buona visione :)

Guarda il video su come preparare ricette a base di aloe vera

Commenti